Facciamoci conoscere!

Noi sappiamo che in giro ci sono molte persone che potrebbero essere i nostri potenziali clienti, perché conosciamo i loro bisogni, i loro desideri e i loro problemi, e sappiamo che il nostro prodotto/servizio potrebbe soddisfare le loro esigenze.

Le persone hanno delle esigenze e noi abbiamo il prodotto o servizio che le potrebbe soddisfare.

E quindi? Non ci dovrebbe essere nessun problema…

Il problema c’è ed è che i nostri potenziali clienti non ci conoscono, non sanno cosa facciamo, non conoscono i nostri prodotti/servizi e soprattutto non sanno che noi siamo in grado di soddisfare le loro esigenze.

E quindi: cosa facciamo?

Facciamoci conoscere!

Se il cliente ha bisogno di pensare per scegliere quale può essere la migliore soluzione per le sue esigenze, noi dobbiamo aiutarlo a scegliere il nostro prodotto/servizio.

Noi dobbiamo farci notare dai nostri potenziali clienti, dobbiamo parlare con loro, dobbiamo comunicare!

E’ vero, purtroppo noi non siamo unici, ci sono molte altre persone che fanno il nostro stesso lavoro: ci sono i nostri competitori.

Ma noi dobbiamo comunicare con i nostri potenziali clienti, dobbiamo dire cosa facciamo, per chi lo facciamo, quali esigenze soddisfiamo, ed in che modo ci differenziamo dai nostri concorrenti.

Come farsi conoscere?

I mezzi per farsi conoscere, sia online che offline, sono moltissimi. La nostra scelta dipenderà dai nostri obiettivi, dal settore dell’attività, dal tipo di clientela, nonché dalle risorse disponibili.

Gli strumenti offline sono quelli che non sono strettamente collegati con il web, ovvero:

  1. Biglietti da visita;
  2. Volantini, brochure o presentazioni;
  3. Cartelloni pubblicitari;
  4. Convegni o eventi pubblici;
  5. Fiere;
  6. Pubblicità via radio o televisione;
  7. Pubblicità sui giornali cartacei.

Gli strumenti online sono invece quelli collegati con il web, cioè:

  1. Sito web;
  2. Blog;
  3. Social network;
  4. Email marketing;
  5. Campagne pubblicitarie sul web.

Naturalmente i due elenchi non sono esaustivi, e noi non dobbiamo utilizzarli tutti.

La scelta migliore è riuscire ad integrare alcuni strumenti online e offline con l’obiettivo di mostrare ai potenziali clienti le nostre capacità, il nostro lavoro e soprattutto cosa è utile per loro.

Dobbiamo impostare un “piano di marketing” per promuovere il nostro progetto di impresa, i nostri prodotti /servizi sia online che offline, scegliendo i canali migliori per raggiungere i nostri potenziali clienti.

Piergiorgio Cianitto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.