Come fare un Piano di Marketing

Cos’è un piano di marketing?

Il piano di marketing è un piano di azione per il futuro, un documento di programmazione e pianificazione, che descrive in modo chiaro gli obiettivi di un’azienda, la strategia, le azioni e le risorse per raggiungerli.

Il piano di marketing è una guida da seguire per l’impresa nel lancio di un nuovo prodotto/servizio, per rafforzare la propria immagine sul mercato e per raggiungere gli obiettivi di vendita.

Esso è uno strumento necessario per:

  • Conoscere il mercato, i bisogni e le esigenze dei potenziali clienti;
  • Per adottare la strategia vincente, creando un’offerta adeguata;
  • Per definire gli obiettivi dell’azienda e le azioni per conseguirli;
  • Per pianificare una efficace gestione delle risorse aziendali.

Perché fare un piano di marketing?

Perché permette alle imprese di ogni dimensione di pianificare in modo adeguato le attività per attirare nuovi clienti e far crescere il proprio business.

L’importante è adattare il piano di marketing alla singola azienda e al contesto in cui opera.

Per realizzare un Piano di Marketing occorre descrivere nel dettaglio i seguenti punti:

  • L’introduzione e indice: In questa sezione ci deve essere una breve descrizione del progetto e dell’idea imprenditoriale, nonché una panoramica sui contenuti del piano di marketing, utile ad orientare chi lo legge. Quindi, anche l’indice dei contenuti.
  • Gli obiettivi del piano: Qui deve essere specificato cosa vogliamo realmente ottenere attraverso il piano di marketing. Gli obiettivi devono essere chiari, misurabili, raggiungibili, realistici e definiti nel tempo. Quindi, devono essere definiti in modo esatto quelli che sono gli obiettivi, sia che si tratti di incrementare le vendite piuttosto che di aumentare il numero dei potenziali clienti.
  • L’analisi della situazione attuale: In questa sezione si deve analizzare l’ambiente in cui l’azienda si trova ad operare, specificando il contesto economico, sociale, demografico e tecnologico, nonché quali sono le tendenze del mercato, i segmenti e quali sono i comportamenti d’acquisto. Inoltre, quale è la situazione concorrenziale, come si posizionano i competitor nel mercato, quali prodotti e servizi offrono. Infine, come è la situazione dei prodotti similari, quali sono i prezzi, come vanno le vendite e con quali profitti;
  • Obiettivi economici e obiettivi di marketing: Stabilire degli obiettivi che si vogliono raggiungere è essenziale per procedere con qualsiasi pianificazione. Dall’aumento del fatturato, all’aumento della redditività; dall’acquisizione di nuovi clienti all’aumento della soddisfazione alla fidelizzazione dei clienti; Sono obiettivi che devono essere chiari, misurabili, raggiungibili, realistici e definiti nel tempo.
  • L’Analisi del mercato (descrizione, ripartizione, previsioni): Attraverso la quale si raccolgono e si analizzano i dati inerenti all’individuazione dei bisogni dei clienti, alla valutazione della domanda della clientela di riferimento, sia a livello qualitativo che quantitativo, nonché i prodotti offerti dai concorrenti, le strategie di marketing e i mezzi per rendere il prodotto più allettante rispetto a quelli offerti dalla concorrenza.;
  • Il vantaggio competitivo dell’impresa: Il vantaggio competitivo è tutto ciò che rende i prodotti o i servizi offerti dalla nostra azienda migliori o superiori rispetto a quelli offerti dai nostri concorrenti. Sono quegli elementi che rendono unica la nostra azienda e la differenziano dalle altre aziende, e che soprattutto motivano i clienti ad acquistare da noi.
  • L’analisi SWOT: In questa fase dobbiamo evidenziare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce che si riscontrano per il raggiungimento degli obiettivi.
  • L’analisi PEST: Ovvero, la valutazione delle variabili macroambientali, che ci permette di tratteggiare lo scenario in cui l’azienda opererà, quindi lo scenario politico, economico, sociale e tecnologico, allo scopo di identificare opportunità e rischi derivanti dal contesto imprenditoriale;
  • La Strategia di Marketing: Dove per strategia di marketing significa usare le leve del marketing, quali il prodotto, il prezzo la distribuzione e la comunicazione. Dove per prodotto si intende la descrizione delle caratteristiche, dei pregi e dei punti forti che danno valore al prodotto o servizio. Il prezzo è quanto il cliente è disposto a pagare per ricevere un determinato bene o servizio, ed è importante confrontarlo con il prezzo normalmente praticato dalla concorrenza. La distribuzione è l’insieme delle attività necessarie a far giungere un determinato prodotto al cliente, con i vari passaggi intermedi. Ed infine la comunicazione è l’insieme delle attività volte a far conoscere e a promuovere un prodotto o un servizio al mercato e quindi ai clienti. ;
  • Il Conto economico di marketing: Il Conto che sintetizza i risultati economico/finanziari del piano e fa previsioni circa costi ed investimenti;
  • Budget di marketing: Cioè l’ammontare di denaro pianificato necessario a rendere gli obiettivi una realtà concreta;
  • Mettere in pratica il piano di marketing: Significa trasformare tutto ciò che teoricamente sembra buono in realtà, fissando i tempi di scadenza realistici per le azioni necessarie, dalle più semplici alle più impegnative.

Infine, e per concludere, il piano di marketing deve includere un’attività essenziale:

L’analisi degli scostamenti, infatti, dopo aver pianificato degli obiettivi, periodicamente occorre misurare le performance dei risultati raggiunti. La varianza positiva o negativa deve essere oggetto di attenta analisi al fine di capire le dinamiche e il loro impatto sui risultati raggiunti rispetto a quelli prefissati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.