Come aprire un Bed and Breakfast nelle Marche

Cosʼè il b&b?

Il Bed and Breakfast è una abitazione privata, una casa o un appartamento, adibita a struttura ricettiva, con un minimo di 3 camere fino a un massimo di 6, dove il proprietario della struttura offre alloggio dietro pagamento.

Il numero di stanze per aprire un b&b dipende dalla normativa regionale.

I requisiti per aprire un Bed and Breakfast sono

L’attività del Bed and Breakfast, nella maggior parte delle Regioni italiane, così come nelle Marche, non viene considerata attività d’impresa, quindi non comporta l’obbligo né di apertura di partita IVA né d’iscrizione presso la Camera di Commercio.

I B&B devono essere gestiti in forma non imprenditoriale, sono pertanto considerati “strutture ricettive a conduzione familiare”.

Per avviare l’attività di Bed and Breakfast nelle Marche è necessario presentare una “Comunicazione per Esercizio di B&B al SUAP del Comune ove è ubicato l’immobile, ed è necessario essere esente da qualsiasi causa ostativa di cui agli articoli 11 del T.U.L.P.S Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza.

 

  1. I locali devono possedere i requisiti igienico-sanitari previsti per l’uso abitativo dai regolamenti comunali edilizi e di igiene;
  2. I locali devono possedere i requisiti tecnici, strutturali e funzionali minimi di cui alla Deliberazione della Giunta Regionale Marche del 19/04/2007, n. 378;
  3. L’attività può essere esercitata in non più di tre camere, con un massimo di sei posti letto.
  4. L’ospitalità viene garantita per massimo 30 giorni consecutivi per ogni ospite, avvalendosi della normale organizzazione familiare;
  5. L’attività deve avere carattere saltuario o comunque deve essere esercitata per periodi ricorrenti stagionali.
  6. Deve essere assicurato il servizio di prima colazione, e l’utilizzo di prodotti tipici della zona, confezionati direttamente o acquisiti da aziende o cooperative agricole della Regione in misura non inferiore al 70 %, quindi deve essere assicurato l’uso della cucina domestica; inoltre la preparazione, la conservazione e la somministrazione dei prodotti alimentari deve essere effettuata in modo igienico;
  7. L’esercizio dell’attività comporta, per i proprietari o possessori dell’immobile, l’obbligo di dimora nella stessa casa, per i periodi in cui l’attività viene esercitata o comunque, di residenza nel Comune in cui viene svolta l’attività, purché i locali siano ubicati a non più di duecento metri di distanza dall’abitazione in cui si dimora.
  8. I titolari di B&B devono trasmettere entro il 1° ottobre di ogni anno i prezzi dei servizi che intendono praticare a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo con le modalità stabilite dalla Giunta regionale.

I titolare di Bed and Breakfast, come tutti i gestori di strutture ricettive, devono per legge comunicare online alla questura territorialmente competente, entro 24 ore dall’arrivo, le generalità dei propri ospiti, nonché devono inoltre comunicare gli andamenti turistici (arrivi e partenze) all’Istat.

Aprire un’attività di Affittacamere è l’alternativa per chi vuole esercitare in forma di impresa un’attività paragonabile al B&B ma senza le limitazioni imposte al B&B.

La gestione di un’attività di affitta camere, in modo imprenditoriale, necessita di apertura della partita Iva, iscrizione al registro delle imprese, nonché l’iscrizione alla gestione IVS per artigiani e commercianti dellʼINPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.