Dal 1° gennaio 2019 Fatturazione Elettronica obbligatoria per tutti

Con la nuova legge di Bilancio 2018 (27 dicembre 2017, n. 205 – comma 909 – B2B) è stato introdotto l’obbligo della Fatturazione Elettronica nelle operazioni commerciali tra privati.

A partire dal 1° gennaio 2019, la normativa entrerà in vigore per tutte le categorie di operatori. Sono esclusi da tale applicazione tutte le imprese a regime di vantaggio e forfetari, che tuttavia riceveranno le fatture passive in formato elettronico.

Il processo di Fatturazione Elettronica B2B ha come componente obbligatoria il Sistema di Interscambio (SDI), sistema informatico gestito dall’Agenzia delle Entrate, che tramiterà tutte le fatture attive e passive restituendo ad ogni attore coinvolto le informazioni in merito ai flussi di invio, di ricezione e le relative notifiche.

Per la sua organizzazione, quindi, dal 1° gennaio 2019 non sarà più possibile emettere e veicolare fatture in formato cartaceo.

La nuova fattura, chiamata Fattura Elettronica, è un documento in formato digitale (XML) strutturato secondo uno schema codificato e riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate che si basa sulle specifiche tecniche approvate con il provvedimento n° 89757 del 30/04/2018.

Una volta predisposta la Fattura Elettronica, questa va firmata digitalmente e spedita al Sistema di Interscambio, il quale permette lo scambio automatico di informazioni tra l’Agenzia delle Entrate e il contribuente, che a sua volta provvederà a recapitarla al destinatario.

Esistono due modi per spedire e ricevere le fatture, a partire dal 1° gennaio 2019:

  1. Attraverso la propria Posta Elettronica Certificata (PEC);

  2. Tramite il Codice Destinatario di Studio, avvalendosi di partner tecnologici accreditati dal Sistema di Interscambio (SdI).

Quale scelta adottare?

La prima, per le difficoltà di gestione derivate da un uso massivo della PEC, per le difficoltà spesso riscontrate nell’utilizzo dei vari sportelli telematici, per la totale mancanza di integrazione con il software gestionale, è altamente sconsigliata.

La seconda risulta essere una soluzione semplice e veloce che consente in massima sicurezza la gestione di questa nuova modalità digitale di fatturazione.

La Piattaforma Servizi B2B sviluppata da Bluenext (software utilizzato dallo Studio) mette a disposizione la propria infrastruttura tecnologica per garantire che ogni cliente possa trasmettere e ricevere i documenti elettronici da lui prodotti o a lui destinati, oltre a firmare digitalmente le fatture elettroniche e a gestire ed organizzare le varie notifiche e l’intero flusso dei documenti.

Per questo motivo la invitiamo a contattare il nostro Studio per individuare insieme la strada più semplice, in relazione alle specifiche esigenze della sua organizzazione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *