Qual è il momento giusto per iniziare?



Aprire una nuova attività imprenditoriale significa trasformare idee e passioni in un progetto di impresa, mettendosi in gioco, con spirito d’iniziativa, forza di volontà e soprattutto con molta creatività.


Una delle difficoltà più grandi che troviamo nella realizzazione del nostro progetto è rappresentata dalla scelta del momento giusto per iniziare.
E spesso tendiamo a procrastinare, spostando tutto a data da definirsi.


Purtroppo la crisi economica degli ultimi anni ha cambiato il mondo del lavoro, generando disoccupazione e molta precarietà, e ogni giorno ci accorgiamo che dobbiamo cambiare mentalità e approccio nei confronti del lavoro.


Dobbiamo passare dal “cerco un lavoro” al “mi creo un lavoro”.


E allora, quale è il momento giusto per aprire una attività?


La risposta è che non esiste un momento giusto per fare le cose, l’unico momento giusto è adesso.


Il mio motto è: “Ogni alba porta con se un nuovo giorno, un inizio, il momento giusto per cominciare.”


Tra le più belle frasi e citazioni del Dalai Lama ce n’è una che mi piace molto ricordare : “Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.”


E come scrisse Napoleon Hill in Pensa e arricchisci te stesso: “Molti di noi passano la vita come dei falliti, perché siamo in attesa del ‘momento giusto’ per iniziare a fare qualcosa di utile.
Non aspettare. Il momento non potrà mai essere quello ‘giusto’.
Inizia dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento tu possa avere a disposizione, e troverai migliori strumenti mentre stai proseguendo.”



Purtroppo il contesto in cui viviamo non è favorevole alla nascita di nuove imprese, e le condizioni che pensiamo debbano esserci non ci sono.


Ma volendo ricordare una delle più belle frasi di Mahatma Gandhi:
La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.”


Quindi, perché fare impresa adesso?


° senza nessun segnale di ripresa economica;
° senza aspettare che passi la crisi;
° senza aspettare che l’ambiente sia favorevole al nuovo progetto;
° senza i finanziamenti necessari ad aprire una nuova attività;
° Senza aspettare il “famoso” momento giusto.


Perché fare impresa risponde alle nostre motivazioni più profonde:


Creare un nostro lavoro;
Trasformare le nostre passioni in lavoro;
Realizzare la nostra idea di impresa;
Valorizzare le nostre competenze e professionalità;
La soddisfazione di creare qualcosa di nuovo;
Mettersi in gioco;
Affrontare nuove sfide.


Quindi prendiamo carta e penna e iniziamo a descrivere le nostre motivazioni, le nostre passioni, le nostre competenze e professionalità, ma soprattutto iniziamo a costruire il nostro futuro, il nostro progetto di impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.